5 Maggio 2018, Comments: Commenti disabilitati su Fernando Rea

Nato ad Isola Liri nel 1935, vive e lavora a Frosinone. Comincia a dipingere nel 1952. Nel 1963 è stato tra i fondatori del Gruppo 5 di
Nuova Realtà, che con una ricerca sulla densità dell’immagine e i suoi significati ha incarnato in maniera esemplare i fermenti intellettuali, le ideologie politiche e l’impegno sociale di quegli anni cruciali. Nella seconda metà degli anni sessanta manifesta un interesse per le possibilità espressive della ceramica, sviluppate poi negli anni successivi.

A partire dagli anni settanta ha intensificato il suo interesse per la scultura, tanto che i temi affrontati nei cicli della Giungla mediterranea gli hanno ispirato la creazione di singolari oggetti plastici realizzati con latta, ferro, piombo, legni, spaghi, cartoni, terrecotte e plexiglass. Ai primi anni ottanta risale il suo interesse per l’ermetismo e l’alchimia e la partecipazione alla Narciso Arte. A partire dalla prima metà degli anni ’80 comincia l’esperienza della scultura in marmo presso le cave di Pietrasanta.

Nel 1993 redige il Manifesto della Mitarte e da questo momento tutta la sua sperimentazione linguistica ruota intorno al mito, inteso come strumento privilegiato di conoscenza delle radici originarie della cultura occidentale. Fin dalla seconda metà degli anni cinquanta ha ordinato personali in spazi pubblici e privati. Le sue opere si trovano in collezioni italiane e straniere.